usiamo cookies a fini statistici per migliorare l'esperienza utente

Herpes nel bambino

INFEZIONE DA HERPES SIMPLEX VIRUS

L’infezione da herpes simplex virus (HSV) è frequente anche nel bambino.
 
L’infezione da herpes simplex virus tipo 1 (HSV-1) si contrae con i contatti interumani e si manifesta principalmente nei BAMBINI e negli ADOLESCENTI agli occhi, alla mucosa orale e soprattutto alle labbra, causando la cosiddetta “febbre delle labbra”.

L’infezione da herpes simplex virus tipo 2 (HSV-2) si contrae con i rapporti sessuali e si manifesta principalmente negli ADOLESCENTI e nell’ADULTO nell’area genitale, causando l’herpes genitale.

Talvolta negli adolescenti l’infezione alle labbra e al cavo orale è causato dall’HSV2, in seguito al contagio dovuto ai rapporti orogenitali.

L’infezione da HSV può essere primaria o ricorrente.

L’infezione primaria si manifesta nelle persone non-immuni, cioè in quelle persone che non hanno mai avuto contatti col virus, quindi si tratta della prima infezione di herpes simplex.

Periodo di incubazione (periodo che intercorre tra il momento in cui il virus viene contratto e il periodo in cui l’herpes si manifesta): 1 settimana circa.
Durata dell’infezione: 7-12 giorni.

Dopo l’infezione primaria il virus non viene eliminato dall’organismo, ma rimane silente nei gangli nervosi, per poi riattivarsi e provocare una recidiva dell’infezione generalmente in caso di abbassamento delle difese immunitarie (per stress, esposizione al sole, febbre, influenza…).

L’infezione ricorrente si manifesta nelle persone immuni, cioè in quelle persone che hanno già gli anticorpi contro il virus in quanto ne sono già venuti in contatto e si manifesta con episodi ricorrenti che tipicamente sono sempre localizzati nella stessa area del corpo.

Durata dell’infezione: meno di 1 settimana.

Herpes labiale (“Febbre delle labbra”)

E’ la più comune forma di infezione da herpes simplex.
L’infezione ricorrente è spesso preceduta da alcune avvisaglie: formicolio, bruciore. Uno o due giorni dopo si manifesta l’herpes con delle vescicole che rapidamente si rompono lasciando delle erosioni e croste.

Gengivostomatite erpetica

La gengivostomatite erpetica è l’infezione da herpes virus al cavo orale, alla lingua e alle labbra, principalmente nei bambini di 1-5 anni, anche se può colpire qualsiasi età.
Si manifesta con piccole vescicole che rapidamente si ulcerano.
Si ha generalmente febbre, difficoltà alla deglutizione e linfadenopatia cervicale.

Congiuntivite erpetica

La congiuntivite erpetica è l’infezione da herpes virus all’occhio.
Si manifesta con una importante congiuntivite purulenta, che deve essere prontamente curata in quanto può lasciare opacità corneali e perdita della vista.

Herpes cutaneo

L’herpes cutaneo è l’infezione da herpes virus nella pelle; qualsiasi distretto cutaneo può essere colpito.
Molto frequente è l’herpes al dito della mano.
Herpes_mano.jpg
Herpes alla mano
Molto severa è l’eczema herpeticum o eruzione varicelliforme di Kaposi, una forma di infezione di herpes diffusa alla pelle di bambini affetti da dermatite atopica.

Herpes genitale

La cura dell’herpes:

La cura dell'herpes è rivolta al controllo dell'infezione, ma non all'eradicazione del virus, che rimane silente nelle strutture nervose del corpo fino a quando fattori favorevoli ne consentono la riattivazione.
L’infezione da herpes viene trattata con antivirali (aciclovir, valaciclovir, famciclovir) entro 48-72 ore dall’esordio dell’infezione, più tardi l’efficacia del trattamento si riduce molto.

La profilassi dell’herpes:

In caso di frequenti recidive dell’infezione è possibile ricorrere alla profilassi dell’herpes, un trattamento soppressivo del virus effettuato assumendo basi dosaggi del farmaco per lungo periodo.

Vaccino per l’herpes:

Le infezioni ricorrenti di herpes vengono trattate con la vaccinazione antierpetica specifica per il tipo di virus.

INFEZIONE DA HERPES ZOSTER VIRUS (“Fuoco di Sant'Antonio”)

L’herpes zoster è un’eruzione cutanea dovuta alla riattivazione del virus varicella-zoster (VZV), che rimane latente nell’organismo anche molti anni dopo l’infezione primaria (la varicella).
Malgrado l’herpes zoster sia più frequente negli anziani, può anche manifestarsi nei bambini che abbiano già contratto la varicella, oppure che siano stati vaccinati col virus vivo attenuato.
Nei bambini l'herpes zoster è generalmente meno severo rispetto all'adulto e la guarigione è molto più rapida (1 settimana circa), molto rari sono i postumi legati alle nevralgie post-erpetiche.
Anche nel bambino c'è l'indicazione al trattamento dell'herpes zoster, tuttavia non tutti i farmaci disponibili per l'adulto possono essere somministrati nel bambino (aciclovir, valaciclovir >12 anni).
studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci