usiamo cookies a fini statistici per migliorare l'esperienza utente

Sifilide

La sifilide o lue è una malattia a trasmissione sessuale causata da un batterio chiamato Treponema pallidum. Generalmente si manifesta con lesioni cutanee e/o mucose a cui si possono associare sintomi da interessamento di alcuni organi interni; nel 40-50% dei casi può essere anche asintomatica e allora si parla di sifilide latente.

La sifilide può essere trasmessa anche dalla madre al feto per via transplacentare (sifilide congenita) o al momento del parto (sifilide connatale) e può essere responsabile di aborto, parto prematuro, morte neonatale, e parto a termine con infezione clinicamente manifesta o asintomatica.

Nei casi sintomatici il decorso della patologia viene abitualmente suddiviso in 3 stadi: primario, secondario e terziario.

sifilide

 

Sifilide localizzata in sede genitale che si manifesta con un unico sifiloma al glande.

sifilide genitale maschile

 

Sifilide genitale maschile: sifilide dell'asta del pene che si manifesta con un classico nodulo ulcerato asintomatico.

sifilide genitale femminile

 

Sifilide genitale femminile: sifilide del grande labbro che si manifesta con una classica ulcerazione dura e asintomatica.

Approfondimento 

1. Sifilide primaria
La sifilide primaria, che si sviluppa 2-4 settimane dal contagio, si manifesta con l'insorgenza nella sede di penetrazione dell'agente patogeno di un nodulo duro che si ulcera rapidamente (sifiloma) e che guarisce in circa 4 settimane.

sifilomaSifiloma del glande.
sifilide primariaSifilide primaria chesi manifesta in
sede extragenitale.

2. Sifilide secondaria
La sifilide secondaria insorge 40-60 giorni dopo il contagio e si manifesta con caratteristiche lesioni cutanee, mucose e annessiali; in questa fase è possibile l'interessamento degli organi interni.

sifilide secondaria plantareSifilide secondaria plantare: sifilide secondaria con lesioni plantari.
sifilide secondariaSifilide secondaria localizzata al tronco caratterizzata da un esantema papuloso lenticolare.

3. Sifilide terziaria
La sifilide terziaria si manifesta nel 15-25 % dei pazienti non trattati e, in genere, sopravviene a 5-10 anni dal contagio. Le manifestazioni più gravi sono quelle a carico dell'apparato cardiovascolare e del sistema nervoso centrale, ma sono possibili anche lesioni cutanee.

Tutte queste fasi sono separate da periodi caratterizzati da assenza di sintomatologia, chiamati periodi di latenza.

Diagnosi

La diagnosi di sifilide può essere diretta o indiretta. La diagnosi diretta consiste nell'identificazione del treponema pallidum nelle lesioni cutaneo-mucose e può essere fatta con esame diretto al microscopio paraboloide o mediante sofisticate indagini di biologia molecolare. La diagnosi indiretta consiste nella dimostrazione degli anticorpi circolanti contro il treponema pallidum; a tale scopo esistono diversi esami ematici ma i più utilizzati sono TPPA e RPR.
Il trattamento di prima scelta per la sifilide consiste nell'utilizzo della penicillina con schemi terapeutici differenti a seconda dello stadio della malattia.

pubmed smallLink alla banca dati PubMed che riporta gli articoli scientifici pubblicati sull'argomento ad opera dei medici dello studio Ghislanzoni. Syphilis outbreak in Milan, Italy
Cusini M, Ghislanzoni M, Bernardi C, Carminati G, Zerboni R, Alessi E, Suligoi B.
Sex Transm Infect. 2004 Apr;80(2):154.

The importance of diagnosing genital herpes
Cusini M, Ghislanzoni M.
J Antimicrob Chemother. 2001 Feb;47 Suppl T1:9-16.

An atlas of syphilis in a single case
Ramoni S, Cusini M, Crosti C.
Arch Dermatol. 2011 Jul;147(7):869-70.

Primary syphilis of the finger
Ramoni S, Cusini M, Boneschi V, Galloni C, Marchetti S.
Sex Transm Dis. 2010 Jul;37(7):468.

Syphilitic chancres of the mouth: three cases
Ramoni S, Cusini M, Gaiani F, Crosti C.
Acta Derm Venereol. 2009 Nov;89(6):648-9.

 

minervaLink alla banca dati Minerva che riporta gli articoli scientifici pubblicati sull'argomento ad opera dei medici dello studio Ghislanzoni. Polymerase chain reaction: un'utile novità nella diagnosi della sifilide. Nota tecnica e risultati preliminari
Alessi E., Ghislanzoni M., Scioccati L., Venegoni L., Merlo V., Cusaro C., Cusini M.
Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Febbraio;139(1):75-80.

Epidemiologia della sifilide nell'area milanese (1954-2002)
Alessi G., Ghislanzoni M., Bernardi C., Cusini M., Carminati G.
Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2003 Dicembre;138(6):525-8.

studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci