Unghie fragili

Unghie deboli

Fragilità ungueale

Le unghie fragiliunghie deboli sono unghie che si sfaldano facilmente. Sono più comuni nel sesso femminile.
 
La fragilità ungueale è una condizione relativamente frequente, che può essere segno di malattie della pelle che interessano le unghie, può essere segno di malattie sistemiche oppure può non essere legata ad alcun fattore (fragilità ungueale idiopatica).

La fragilità ungueale è causa di notevole disagio nella donna.
 
Malattie della pelle associate a unghie deboli: 
psoriasi, lichen planus, alopecia areata, onicomicosi, tumori ungueali.
 
Malattie sistemiche associate a unghie deboli:
malattie sistemiche con ridotta perfusione ematica digitale.
 
Altre condizioni associate a unghie deboli:
invecchiamento, eccessivo contatto con acqua (soprattutto calda) o con sostanze chimiche irritanti, traumatismi ripetuti (onicotillomania), manicure scorretta, malnutrizione, carenze nutrizionali.
 
Carenze su base dietetica associate a unghie deboli:
Carenze di alcuni minerali (ferro, zinco, selenio).
Carenze di alcune vitamine (B6, A, C, E, biotina).

Come si manifesta la fragilità ungueale.

Assottigliamento della lamina ungueale, striature ungueali longitudinali, onicoressi e onicoschizia.
Nelle unghie fragili sii spezza facilmente il bordo libero dell'unghia, che assume un aspetto dentellato.

Precauzioni per prevenire la fragilità ungueale.

- Limitare il numero di lavaggio delle mani (soprattutto in acqua calda).
- Evitare il più possibile il contatto con le sostanze irritanti.
- Limitare l'uso di detergenti.
- Limitare l'uso di solventi per unghie, responsabili della disidratazione e dell'indebolimento dell'unghia.
- Integrare eventuali carenze dietetiche.

Articoli su riviste

studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci