Psoriasi

La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle e spesso delle unghie, che coinvolge l'1-5% della popolazione.

La causa della psoriasi non è del tutto nota.
Numerosi fattori predispongono il paziente alla psoriasi.
 
 
La pelle psoriasica è una pelle alterata.
E' più rigida della pelle sana e va pertanto facilmente incontro a fissurazione nel corso dei movimenti.
La pelle psoriasica è maggiormente permeabile ai fattori nocivi esterni.
 

Differenze tra pelle sana e pelle psoriasica:

La pelle affetta da psoriasi è una pelle malata che non è in grado di sviluppare quel normale processo di "cheratinizzazione" del suo strato superficiale, tale da creare una pelle compatta, resistente e flessibile, che eserciti una funzione protettiva nei confronti degli agenti esterni.
La pelle psoriasica è formata da una base infiammata, in parte ricoperta da uno strato di squame parzialmente staccate e fissurate, pertanto è rigida e non flessibile, si "fissura" coi movimenti ed è permeabile alle sostanze esterne (microbi e sporcizia) in quanto viene a mancare la "funzione di barriera della pelle".
 
L'acqua è dannosa alla pelle psoriasica, in quanto penetra facilmente attraverso le squame, aggravandone a sua volta la secchezza.
La pelle psoriasica deve pertanto entrare il meno possibile in contatto con l'acqua.

Fattori predisponenti la psoriasi:

- fattori genetici (esistono individui geneticamente predisposti a sviluppare la psoriasi).

Quando un genitore è affetto da psoriasi, il rischio che un figlio si ammali è del 10-20%.
Quando entrambi i genitori sono affetti da psoriasi, il rischio aumenta al 50%.
 

Fattori scatenanti la psoriasi:

- stress
traumi 
ferite
abrasioni
bruciature
ustioni
agopuntura
punture d'insetto
vaccinazione
tatuaggi
intervento chirurgico
raggi uv
infezioni
faringite
- malattie della pelle 
herpes
eczemi
- farmaci
beta bloccanti
litio
antinfiammatori
antimalarici
interferone
corticosteroidi
dieta, alcool, fumo
 
 
La psoriasi è un fastidio quotidiano per milioni di persone.
Il paziente affetto da psoriasi rilascia continuamente squame dalla pelle e dal capillizio, visibili anche sui vestiti.
 

Tipi di psoriasi:

La manifestazione clinica tipica della psoriasi è la macchia rossa infiammata e a bordi netti, che viene ricoperta da una desquamazione argentea.Tuttavia le menifestazioni cliniche della psoriasi variano enormemente da paziente a paziente; si hanno cosi diverse tipologie di presentazione clinica della psoriasi.

Psoriasi guttata 
Variante di psoriasi ad insorgenza improvvisa e a lenta guarigione (mesi), con lesioni cutanee di piccole dimensioni e fine desquamazione, tipica dei bambini come conseguenza di infezioni da streptococco (faringite).
 
Psoriasi follicolare 
Variante di psoriasi con lesioni cutanee puntiformi, tipicamente localizzati a livello degli osti follicolari, specialmente al tronco.
 
 
Psoriasi nummulare 
Variante molto comune di psoriasi, con placche di alcuni centimetri di diametro, localizzate principalmente sulle ginocchia, gomiti, natiche, tronco e cuoio capelluto.
 
Psoriasi a carta
geografica 
Variante di psoriasi caratterizzata dalla confluenza di più manifestazioni cliniche, con formazione di placche molto ampie creando un pattern a carta geografica.
 
 
Psoriasi eritrodermica
Variante di psoriasi molto grave, caratterizzata dall'interessamento di tutto il corpo che risulta ricoperto da una cute di colore rosso scuro.
 
 
Psoriasi pustolosa
Il pus di questa variante di psoriasi non equivale a un infezione.
Psoriasi pustolosa generalizzata di von Zumbusch: variante di psoriasi molto grave, caratterizzata da esordio acuto con febbre e comparsa di chiazze e placche eritematose multiple ricoperte di pustole che ricoprono ampie aree del corpo, la mucosa orale e genitale. Il paziente è a rischio di infezioni anche gravi.
Psoriasi pustolosa palmoplantare di Barber: variante di psoriasi relativamente comune, caratterizzata da placche eritematose ben definite cosparse di piccole pustole, limitate alla regione palmo-plantare.

Zone colpite dalla psoriasi:

La psoriasi può manifestarsi in modi molto diversi a seconda della sede colpita e si manifesta in particolari sedi elettive.

Psoriasi al CUOIO CAPELLUTO

Il capillizio è una zona colpita molto frequentemente dalla psoriasi e talvolta può essere l'unica sede dove la psoriasi si manifesta.
La zone più colpite sono la linea fronto-temporale (dove deborda dal limite dell'attaccatura dei capelli divenendo visibile) e la nuca.
La psoriasi del capillizio è particolarmente fastidiosa: è pririginosa e desquama in continuo, rilasciando "forfora" sui vestiti (pertanto si consiglia di indossare indumenti chiari).
La psoriasi del cuoio capelluto è di difficile trattamento.
La psoriasi che interessa il cuoio capelluto generalmente non è associata alla caduta dei capelli.

Psoriasi ai GOMITIGINOCCHIA

Gomiti e ginocchia rappresentano le "classiche sedi" della psoriasi, probabilmente per i frequenti traumatismi che queste sedi subiscono, dove si manifesta con lesioni molto nette, eritematose e molto desquamanti, con squame di colore argenteo, facilmente staccabili.

Psoriasi alle PIEGHE psoriasi invertita )

La psoriasi predilige le zone umide e calde delle pieghe, come la piega interglutea, la piega inguinale, le ascelle, le pieghe sottomammarie, la piega retroauricolare.
I traumi locali e le infezioni (ad es. da Candida) possono scatenare la psoriasi in queste aree.

Psoriasi dell'OMBELICO 

La cicatrice ombelicale e la cute adiacente sono una sede frequentemente colpita dalla psoriasi, per la combinazione di fattori traumatici locali, umidità ed a infezioni (soprattutto da Candida albicans).

Psoriasi PERIANALE

La psoriasai della zona perianale è spesso pruriginosa e le lesioni debordano fino alla piega interglutea.

Psoriasi PENIENA

La psoriasi al pene può essere la sede iniziale della psoriasi oppure può essere l'unica sede colpita dalla psoriasi.

Psoriasi ai PALMI DELLE MANI e alla PIANTA DEI PIEDI

La psoriasi palmo plantare è caratterizzata da placche rosse ricoperte da una importante desquamazione, con una distribuzione simmetrica a entrambe le mani o ai piedi, frequentemente associate a dolorose ragadi.

Psoriasi delle UNGHIE 

La psoriasi ungueale è abbastanza comune.
La metà circa dei pazienti affeta da psoriasi presenta manifestazioni tipiche alle unghie.
Le lamine che compongono l'unghia si separano tra loro e dal letto ungueale, pertanto l'unghia diventa opaca, fragile e cambia colore per effetto della penetrazione di sporcizia o microbi.

Le manifestazioni della psoriasi ungueale:

Pitting (depressioni puntiformi multiple che coinvolgono la lamina ungueale di più dita contemporaneamente).
Macchia d'olio sotto la lamina ungueale (piccola macchia di psoriasi sotto l'unghia, simile a una goccia d'olio).
Anche i tessuti attorno all'unghia sono alterati (paronichia).
Le alterazioni dell'unghia possono essere cosi marcate da provocare una significativa distrofia dell'unghia.
 

Cura della psoriasi:

 
La psoriasi è una malattia cronica che può essere curata, ma non guarita.
La cura della psoriasi consente di passare dalla fase attiva della malattia, alla fase latente.
I FATTORI SCATENANTI possono attivare una psoriasi latente, facendola passare dalla fase latante alla fase attiva.
 

Prevenzione della psoriasi:

 
Pazienti con psoriasi non dovrebbero sposarsi con soggetti con la stessa malattia, in quanto aumenterebbe notevolmente il rischio per i loro figli.
 
 
La miglior profilassi della psoriasi è quella di evitare i fattori scatenanti:
evitare lo stess, curare prontamente le infezioni streptococciche, evitare i farmaci scatenanti, tenere sotto controllo il peso corporeo.
 

Il fenomeno di Koebner.

Il Fenomeno di Koebner è una particolare reazione che la pelle di alcuni soggetti attua quando viene ferita o grattata.
Nei pazienti psoriasici i traumi alla pelle e il contatto con agenti irritanti favoriscono il peggioramento della psoriasi, secondo il Fenomeno di Koebner. E' importante quindi che il paziente psoriasico limiti notevolmente i traumatismi e il contatto con le sostanze irritanti.

Psoriasi e acqua.

L'acqua non irrita direttamente la pelle psoriasica, ma la disidrata, favorendo quindi la penetrazione delle sostanze irritanti, responsabili dell'aggravamento della psoriasi.

Psoriasi e sole.

La psoriasi tendenzialmente migliora in estate grazie all'esposizione ai raggi ultravioletti del sole. Solo alcune forme di psoriasi peggiorano col sole.
Occorre tuttavia tenere in considerazione l'effetto tumorale dei raggi uv, pertanto la cura col sole può essere fatta mantenendo il corretto equilibrio tra i rischi del sole e il beneficio sulla psoriasi.
L'esposizione ai raggi uv deve essere graduale e proporzionata al fototipo e al livello di abbronzatura della pelle, in quanto l'ustione solare può far aggravare la psoriasi.
Il paziente psoriasico non deve farsi condizionare dall'inestetismo della psoriasi e deve esporsi al sole anche in presenza di altri.
 

Psoriasi e terme.

Le sorgenti di acqua termale sulfurea sono molto utili per la cura della psoriasi, tuttavia sono necessarie 2 settimane circa per riscontrare effetti benefici.

Psoriasi e dieta.

E' impensabile curare la psoriasi con la dieta, tuttavia l'alimentazione gioca sicuramente un ruolo importante in questa malattia.
La dieta ipocalorica generalmente aiuta la psoriasi.
E' molto frequente un peggioramento della psoriasi con l'assunzione di alcoolici.

Psoriasi e stress.

Lo stress è il più importante fattore scatenante la psoriasi.
E' pertanto importante che il paziente non si faccia stressare dalla malattia, tenendo bene a mente i seguenti concetti:
- la psoriasi non è una malattia contagiosa
- la psoriasi generalmente non coinvolge la salute
- la psoriasi è una malattia ben conosciuta
- la psoriasi può sempre regredire.

Altro.

L'applicazione di FANGO, ALGHE, FIENO non sembra apportare sostanziali benefici nel trattamento della psoriasi.
 
studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci