Il laser

Cos'è il laser?

attrezzatura-dermatologica-SLEV-2.jpg

Il laser, introdotto in dermatologia nel 1963, è una radiazione elettromagnetica capace di determinare a livello cutaneo una fototermolisi selettiva, cioè di colpire selettivamente uno specifico bersaglio microscopico presente nel tessuto, limitando il danno alle strutture circostanti.

Come funziona il laser?

Il laser è una luce monocromatica e coerente, questo vuol dire che tutte le sue onde elettromagnetiche sono della stessa lunghezza d'onda e orientate nello stesso modo, trasportando quindi un'elevata quantità di energia.

Quando il raggio laser incontra un oggetto (es. un tessuto) cede ad esso una grande quantità di energia; su questa cessione di energia sono basate le metodiche della laserterapia. L'energia ceduta determina un danno tissutale (taglio, bruciatura), che ha la caratteristica importante di poter essere limitato a superfici piccolissime e perfettamente mirato.

LASER è l'acronimo inglese di Light Amplification by the Stimulated Emission of Radiation, ovvero Amplificazione di Luce tramite Emissione Stimolata di Radiazione.

Misure di sicurezza

L'utilizzo dei laser è diventato indispensabile per la cura e l'intervento di alcune malattie e inestetismi altrimenti non trattabili. Affinché la sicurezza sia rispettata, il trattamento è preceduto da una visita specialistica che valuta se l'utilizzo del laser sia idoneo al paziente, se non sussistono controindicazioni e per illustrare le modalità del trattamento e i risultati conseguibili.

Precauzioni nell'uso del laser 

misure-sicurezza.jpg
  • Il laser potrebbe essere sconsigliato nei seguenti casi:
    • quando sia presente un infezione in sede di trattamento
    • in caso di fotodermatiti
    • in gravidanza
    • nel paziente molto abbronzati o con fototipo 6
  • Per evitare danni agli occhi, tutti i presenti durante il trattamento laser devono indossare degli occhiali protettivi.
  • Dopo il trattamento laser il paziente deve utilizzare una protezione solare.

Il laser può essere pericoloso se utilizzato da mani inesperte.

Tipi di laser

Non esiste al momento un unico tipo di laser che possa trattare qualsiasi lesione della pelle.

Di seguito viene riportata una lista dei tipi di apparecchiature laser, ciascuna con una funzione specifica.

Tipo di laserDescrizione
Laser chirurgici: Sono laser che vaporizzano il tessuto colpito.

Vengono utilizzati per il trattamento di:

  • lesioni cutanee e mucose (verruche, condilomi, cheratosi...)
  • segni dell'invecchiamento cutaneo (rughe, imperfezioni della pelle...)
Possono avere un'azione ablativa o non-ablativa:
  • laser chirurgici ablativi (sono laser che rimuovono gli strati superficiali della pelle e che asportano lesioni cutanee o mucose)
  • laser chirurgici non-ablativi (sono laser che colpiscono la pelle provocando numerosi micro-fori che sono separati da isole di pelle che rimane in gran parte intatta e dalle quali ripartirà rapidamente la rigenerazione di tessuto collagene).
Laser CO2 Il laser CO2 è un laser chirurgico ablativo, che agisce molto delicatamente e con precisione sul tessuto che viene colpito, provocandone la distruzione selettiva (ablative skin resurfacing).

Viene spesso utilizzato in sostituzione del bisturi.

Pur essendo uno dei primi laser sviluppatosi in campo medico, è ancora oggi il laser più versatile e usato in dermatologia.

Laser Erbium Il laser Erbium è un laser chirurgico ablativo, che agisce molto delicatamente e con precisione sulla superficie del tessuto che viene colpito, provocando la distruzione selettiva.
Laser frazionato È un laser CO2 o Erbium non-ablativo, innovativo, che sfruttando la tecnica frazionata (micro-frammentazione del raggio laser) agisce dalla superficie alla profondità della pelle provocando numerosi micro-fori che sono separati da isole di pelle sana e dalle quali ripartirà rapidamente la rigenerazione di nuovo tessuto collagene (non ablative skin resurfacing).

È un laser in grado di stimolare il rimodellamento del collagene senza danneggiare l'epidermide, con scarso dolore durante il trattamento e con rapidi tempi di guarigione.

Si differenzia dai classici laser ablativi che invece causano l'ablazione della superficie della pelle trattata.

Il risultato è una pelle più nuova e sana, uniforme e compatta.

Laser vascolari: Sono laser con azione selettiva sul colore dei vasi sanguigni, che distruggono in modo mirato le strutture vascolari colpite, senza danneggiare i tessuti circostanti.

Vengono utilizzati per il trattamento di:

  • Teleangectasie (vasi capillari dilatati)
  • Couperose
  • Angiomi:
    • angioma stellare (spider angioma / spider naevus)
    • angioma rubino
    • emangioma capillare
    • angioma piano / malformazione vascolare (port wine stain / nevus flammeus)
  • Cicatrice in fase infiammatoria
  • Cheloide in fase infiammatoria
  • Granuloma piogenico
  • Poichilodermia di Civatte
  • Smagliature (strie distense)
  • Lago venoso
Laser KTP È un laser con selettività d'azione sia per il colore rosso (viene sfruttato per trattare le teleangectasie, cioè i capillari dilatati della pelle), che per il colore della melanina (infatti è in grado di trattare con efficacia anche le iperpigmentazioni della pelle).
Laser Nd: YAG È un laser vascolare con selettività d'azione per il colore rosso e violaceo, nato per trattare le teleangectasie (vasi capillari dilatati) più profonde e più grosse.
Dye Laser È un laser con selettività d'azione per il rosso e viene sfruttato per il trattamento di numerosi inestetismi di colore rosso (angiomi).
LaserQ-Switched per pigmentazioni e tatuaggi: La tecnologia laser Q-Switched consente di concentrare elevatissime energie in un tempo estremamente breve.

Questo tipo di laser è in grado di colpire in modo estremamente selettivo le particelle di pigmento dei tatuaggi o il pigmento scuro di alcune macchie cutanee, senza danneggiare i tessuti circostanti.

Vengono utilizzati per il trattamento di:

  • Tatuaggi
  • Lentigo benigne
  • Cheratosi
  • Disturbi di pigmentazione:
    • macchie solari o senili
    • chiazza caffelatte
    • lentiggini
    • efelidi
    • iperpigmentazione post-infiammatoria
  • Nevo di Becker
Laser per l'epilazione: Sono laser con selettività d'azione per il colore scuro della melanina contenuta nel bulbo del pelo.

Il laser per l'epilazione provoca la distruzione mirata del pigmento dei bulbi piliferi, senza danneggiare i tessuti circostanti.

Laser Diodi È il sistema laser più diffuso per l'epilazione. 
Viene considerato il laser "gold standard" per l'epilazione.
Laser Alessandrite È uno dei primi laser nato per l'epilazione.
Laser Nd: YAG È un laser utilizzato per l'epilazione di pazienti con fototipo scuro o abbronzato.

È anche un laser vascolare usato per trattare le teleangectasie (vasi capillari dilatati).

Laser Rubino È il primo sistema laser ad essere utilizzato per l'epilazione.
Luce pulsata: La luce pulsata non è un laser.

La luce pulsata è una luce molto potente, ad ampio spettro, ma non selettiva (questo la distingue dal laser).

Per utilizzare la luce pulsata con "precisione" come il laser, è necessario applicare dei filtri che blocchino le lunghezze d'onda non necessarie per il tipo di trattamento.

Viene utilizzata per il trattamento di:

  • lesioni vascolari
  • epilazione
  • lesioni pigmentate
  • ringiovanimento cutaneo non ablativo
  • trattamento acne

Fototipo della pelle

La maggioranza della popolazione può sottoporsi alla laserterapia, ma è importante sapere che il trattamento e talvolta anche il tipo di laser, variano a seconda del tipo di pigmentazione (fototipo) della pelle. 

Il fototipo della pelle (TSS) è un sistema di classificazione sviluppato da un famoso dermatologo statunitense (Thomas Fitzpatrick, 1919-2003), basato sulla sensibilità di una persona alla luce del sole. 

Ci sono sei tipi di pigmentazione, classificati in base al comportamento della pelle al sole: 

Tipo di pelleCaratteristicheEritemaRischio tumore
I foto tipo pelle sensibile al sole carnagione chiara

Carnagione chiarissima, occhi azzurri, capelli biondi/rossi.

La pelle non si abbronza.

foto tipo carnagione chiaraNicole Kidman1

Sempre Alto
II foto tipo pelle sensibile al sole carnagione chiara

Carnagione e occhi chiari.

La pelle si abbronza poco.

fototipi2Michelle Pfeiffer1

Spesso Alto
III foto tipo pelle sensibile al sole carnagione bruno-chiara

Carnagione bruno chiara.

La pelle si abbronza facilmente.

foto tipo carnagione bruno chiaraCindy Crawford1

Qualche volta Basso
IV foto tipo pelle sensibile al sole carnagione olivastra

Carnagione olivastra.

La pelle si abbronza sempre.

foto tipo carnagione olivastraPenélope Cruz1

Raramente Basso
V foto tipo pelle sensibile al sole carnagione bruno olivastra

Carnagione bruno olivastra.

La pelle si abbronza molto naturalmente.

foto tipo carnagione bruno olivastraAishwarya Rai1

Poco e raramente Molto basso
VI foto tipo pelle sensibile al sole carnagione scura

Carnagione molto scura o nera.

La pelle si abbronza molto naturalmente
e rimane sempre abbronzata.

foto tipo carnagione scuraWhitney Houston1

Pochissimo e molto raramente Molto basso
 
 
Le persone di fototipo I e II sono le più a rischio degli effetti negativi del fotoinvecchiamento, tra i quali le rughe ed i tumori della pelle.
Tuttavia i problemi dovuti all'esposizione al sole, che comprendono le rughe ed i tumori della pelle, possono manifestarsi in qualsiasi tipologia di pelle.
 

1 Le foto delle celebrità in questa pagina sono miniature delle foto alle quali si collegano sul sito dell'Internet Movie Database.

Trattamenti eseguibili col laser

I differenti tipi di laser possono essere utilizzati per agire sui diversi bersagli della pelle:

Nell'epilazione laser dei peli superflui il bersaglio è il pigmento dei bulbi piliferi.

Negli angiomi e nei capillari il bersaglio è il rosso dei vasi sanguigni.

Nella rimozione dei tuaggi il bersaglio è il pigmento del tatuaggio.

Nelle lentigo solari e nelle macchie della pelle il bersaglio è la melanina delle macchie.

Nelle cheratosi, verruche, condilomi... il bersaglio sono i diversi strati della cute.

Nel fotoringiovanimento laser il bersaglio sono le rughe e la pelle invecchiata.

Il laser: uno strumento non invasivo

Il laser è una tecnica non invasiva che in alcuni casi può offrire un'alternativa all'intervento chirurgico.
I trattamenti laser sono generalmente caratterizzati da scarso sanguinamento e dolore durante e nel periodo che segue l'intervento.
 
Presso lo Studio Dermatologico Ghislanzoni puoi trovare medici specializzati nell'utilizzo del laser per trattamenti dermoestetici.
 
 

Vantaggi del laser

vantaggi svantaggiAssenza di anestesia: i trattamenti con il laser in genere non richiedono l'anestesia, tranne che per lesioni molto estese o profonde. È ridotto anche il dolore nel periodo post-operatorio.

Sterilità: viene mantenuta la sterilità, in quanto il laser emesso evita il contatto diretto con l'area in trattamento (non contact surgery).

Rapidità di trattamento e di guarigione: i laser consentono di eseguire i trattamenti con rapidità. Anche i tempi di guarigione sono ridotti rispetto ai trattamenti tradizionali.

Precisione microscopica: l'effetto del laser è strettamente limitato all'area trattata e non danneggia le zone di pelle sana circostante (fototermolisi selettiva), consentendo il trattamento anche di lesioni molto piccole.

Emostasi (sanguinamento): alcuni trattamenti sono accompagnati da scarso sanguinamento dell'area trattata.

 RISULTATI DEI TRATTAMENTI LASER

  • La precisione del laser consente elevati risultati estetici.
  • Lo scarso dolore e gonfiore dell'area trattata col laser sono espressione degli scarsi effetti indesiderati post-trattamento.
  • La rapidità di cicatrizzazione consente di riprendere rapidamente le proprie normali attività.

Svantaggi del laser

Non esiste al momento un unico tipo di laser che possa trattare qualsiasi lesione della pelle.

studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci