Candida genitale

La candidosi è una patologia da eccessiva proliferazione di lieviti del genere Candida, normali costituenti della flora microbica genitale.

Si manifesta nel maschio con una balanopostite caratterizzata da arrossamento del glande con piccole vescicole e/o pustole, e nella femmina con una vuvlvovaginite caratterizzata da secrezioni vaginali biancastre rapprese; in entrambi i sessi si associa un sintomo tipico che è il prurito.

La candida non è propriamente una malattia a trasmissione sessuale, pertanto il trattamento del partner non è necessario, a meno che non sia sintomatico.

Approfondimento

La candida è molto frequente nella donna dove l'ambiente vaginale caldo-umido ne favorisce la proliferazione. È possibile la trasmissione sessuale dalla donna all'uomo, ma non avviene praticamente mai il contrario; questa considerazione, associata al fatto che la candidosi si può sviluppare indipendentemente dall'attività sessuale, rende ragione del fatto che non venga considerata una MTS in senso stretto. I lieviti del genere Candida, infatti, sono normali saprofiti dell'intestino, del faringe e dell'apparato genitale, ma possono diventare patogeni in presenza di alcune condizioni favorenti, come le variazioni del PH vaginale, le alterazioni della flora microbica, l'utilizzo di antibiotici, il diabete e la pillola anticoncezionale.
La diagnosi può essere effettuata sulla base della presentazione clinica, con un esame diretto al microscopio e/o con indagini colturali e la terapia si avvale di antimicotici topici e/o sistemici.
Frequenti sono le recidive. 

Esame micologico 
Esame micologico colturale che identifica la specie di micete responsabile di tigna da dermatofiti.

studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci