Capillari

Couperose

I capillari del viso, comunemente definiti teleangectasie, sono dilatazioni permanenti di piccoli vasi preesistenti, di colore rosso, visibili attraverso la cute a causa del rallentamento del flusso sanguigno.

Fattori scatenanti la couperose.

I capillari del viso si sviluppano in soggetti predisposti alla fragilità capillare ed in seguito all'esposizione prolungata a fattori esogeni (luce del sole, lampade abbronzanti, fonti di calore, freddo, farmaci - corticosteroidi topici ed estrogeni), o endogeni (malattie epatiche, malattie endocrine, malattie autoimmuni – lupus, sclerosi sistemica, dermatomiosite).

La couperose spia di malattie sistemiche.

La presenza di teleangectasie rappresenta talvolta il primo stadio di una patologia nota come rosacea e il trattamento della componente teleangectasica (couperose) riveste quindi un ruolo non solo estetico, ma consente anche di controllare l’evoluzione della patologia in stadi successivi più gravi.

Queste dilatazioni capillari pertanto sono nella maggioranza dei casi un disturbo esclusivamente estetico, tuttavia in alcuni casi possono essere la spia di un processo patologico.

Le sedi del viso colpite dalla couperose.

Le teleangectasie possono svilupparsi già in giovane età, soprattutto in pazienti con pelle sensibile e facilmente irritabile, con prevalente interessamento delle guance, del naso (ali del naso e cute adiacente, columella), della fronte, del mento e dei lati del collo.

I sintomi associati alla couperose.

Quando le teleangectasie diventano numerose, il paziente lamenta spesso una sensazione di “calore”, che si accentua in caso di sbalzi di temperatura (freddo/caldo) o di stimoli emozionali.

La couperose rappresenta lo stadio finale di una serie di processi flogistici che interessano il viso, il collo e il decolletè, in grado di causare in una fase iniziale un “arrossamento transitorio”, causato dalla transitoria dilatazione dei vasi capillari, che col passare del tempo e con la persistenza dei fattori di stimolo, favorisce la perdita di elasticità dei capillari che non sono più in grado di ricontrarsi, dilatandosi in modo permanente.

I capillari nella couperose pertanto non sono “rotti”, come volgarmente vengono definiti, ma sono “permanentemente dilatati”.

Capillari
 

 

Fattori aggravanti l'isorgenza di capillari del volto e del collo:

esposizione al sole o alle lampade abbronzanti

stress

esposizione a fonti di calore (bagni caldi, sauna, bagno turco)

sbalzo termico (da ambienti a bassa temperatura ad ambienti ad alta temperatura)

esposizione al vento (bicicletta, motorino)

assunzione di alcoolici

uso di spezie

assunzione di bevande calde (tè, caffè, minestre)

esercizio fisico intenso

prodotti topici irritanti (contenenti fragranze, mentolo) o troppo grassi e untuosi

 

Il trattamento della couperose.

Il trattamento della couperose non è mai semplice e prevede l'uso di cosmetici, mentre nella forme più severe prevede l'uso di farmaci, in particolare qualora la couperose rappresenti lo specchio di una patologia non più solo estetica.

Trattamento laser della couperose

La laserterapia per la couperose rappresenta una valida opzione terapeutica, un trattamento di elezione per la correzione delle teleangectasie, in gradi di agire con una “fototermolisi selettiva” sui singoli capillari, senza danneggiare i tessuti sani circostanti.

Capillari pre laserCapillari post laser

Capillari prima e dopo il trattamento laser.

La laserterapia per la couperose presenta un elevatissima selettività di trattamento: lo strumento laser produce un fascio di luce altamente concentrato in grado di colpire in modo mirato gli indesiderati vasi sanguigni, senza danneggiare il tessuto circostante.

La prevenzione della couperose.

La prevenzione della couperose è indispensabile per limitare o per evitare che questo inestetismo si aggravi, divenendo un problema patologico.

La prevenzione della couperose viene fatta dando indicazioni ad un corretto stile di vita, limitando l'esposizione a fattori aggravanti, con l'uso di cosmetici idonei e integratori, con la corretta detersione cutanea e idratazione, con adeguata fotoprotezione.

 

Prevenzione della couperose:

detersione delicata del viso

idratazione del viso con creme idratanti e lenitive

uso di acqua termale ad effetto lenitivo

fotoprotezione tutto l'anno

evitare le lampade abbronzanti

limitare i fattori di stress

limitare l'esposizione a fonti di calore (bagni caldi, sauna, bagno turco)

evitare gli sbalzi termici (da ambienti a bassa temperatura ad ambienti ad alta temperatura)

proteggersi dal vento

evitare l'assunzione di superalcoolici e alcoolici

limitare l'uso di spezie

favorire l'assunzione di alimenti ricchi di antociani, ad elevata azione antiossidante

far raffreddare le bevande calde (tè, caffè, minestre) prima della loro assunzione

limitare l'esercizio fisico intenso e preferire le attività sportive aerobiche

evitare l'applicazione al viso di prodotti topici irritanti (contenenti fragranze, mentolo) o troppo grassi e untuosi

 

 

Alimenti ricchi di antociani: frutta e ortaggi di colore blu e rosso

frutti di bosco (soprattutto mirtillo)

uva

melanzane

arance

fragole

 

 

 

 

 

studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci