Forfora

La forfora è un disturbo del cuoio capelluto (e non un disturbo dei capelli), che si manifesta con una desquamazione biancastra o giallastra, pruriginosa, esteticamente poco accettata, soprattutto quando è di entità tale da essere visibile sui capelli e sui vestiti.
 
E' un disturbo che si manifesta più nell'uomo adulto che nella donna, mentre è raro osservarlo nel bambino e nell'anziano.
 
La forfora può essere espressione di più condizioni patologiche del capillizio:
 
 
FORFORA DA DERMATITE SEBORROICA
 
La dermatite seborroica è una dermatite cronica molto frequente, che si manifesta sia al capillizio come forfora, sia in altre sedi del corpo (come l'area centrale del volto, le orecchie, l'area centrale del torace) con manifestazioni eritemato-desquamative pruriginose.
 
La forfora da dermatite seborroica è una FORFORA GRASSA caratterizzata da una desquamazione giallastra, untuosa, che causa spesso anche forte prurito al capillizio.
 
Sia i capelli che il cuoio capelluto sono grassi e untuosi e si sporcano molto rapidamente anche dopo il lavaggio.
 
La forfora si manifesta soprattutto nella zona dell'attaccatura frontale dei capelli ed è spesso visibile anche sul bordo della fronte.
 
 
 
FORFORA DA PSORIASI
 
La psoriasi è una dermatite cronica eritemato-desquamativa su base genetica, che colpisce il 2-3% della popolazione.
 
E' una dermatosi poco pruriginosa, che oltre al capillizio si manifesta tipicamente anche in altri sedi corporee: gomiti, ginocchia, pieghe, mani e piedi, tutttavia il capillizio è una sede classica e può anche essere l'unica manifestazione della psoriasi (psoriasi minima).
 
La forfora da psoriasi è una FORFORA SECCA caratterizzata da una desquamazione bianco-argentea, secca, molto fine, generalmente non pruriginosa, che talvolta ricopre sottostanti chiazze rossastre del cuoio capelluto.
 
La forfora nel paziente psoriasico è tipicamente molto collegata allo STRESS, infatti è una variante di forfora che peggiora in occasione di stress e migliora col riposo.
 
 
 
 FORFORA DA ALLERGIA
 
In rari casi la forfora può essere espressione di un eczema da contatto di tipo irritativo o più frequentemente di tipo allergico.
 
Numerose sostanze cosmetiche utilizzate comunemente (come shampoo, balsami, tinture, o trattamenti eseguiti dal parrucchiere sui capelli) possono avere un effetto irritativo o allergico al cuoio capelluto, dando origine a una desquamazione spesso molto pruriginosa.
 
In questi casi la forfora può associarsi a croste ed escoriazioni dovute al grattamento, che in alcuni casi possono andare incontro a infezioni.
 
 
 
CROSTA LATTEA
 
La forfora è molto comune nel neonato lattante.
E' una dermatite seborroica poco pruriginosa, conseguente all'eccessiva produzione di SEBO da parte delle ghiandole sebacee del capillizio del lattante...  << Leggi tutto >>
 
 
Come prevenire la forfora:
per prevenire la forfora è importante lavare adeguatamente i capelli con i giusti prodotti.
Lavare i capelli poco frequentemente per evitare che si sporcano e si ungano eccessivamente è sbagliato, in quanto il corretto lavaggio della testa con il prodotto idoneo sulla base della causa patologica della forfora, ha lo scopo di favorire la rimozione della desquamazione e dell'untuosità e di prevenire la forfora.
Alcuni prodotti cosmetici per capelli (ad esempio le tinture), trattamenti per i capelli (ad esempio le permanenti), shampoo o balsami per capelli non adatti o l'uso del phon troppo caldo possono favorire la forfora.
 
 I capelli possono anche essere lavati tutti i giorni con prodotti adeguati.
 
I lavaggi frequenti dei capelli migliorano la forfora, in quanto eliminano correttamente il sebo, la desquamazione e i residui di sporcizia e inquinamento, che sono una fonte di aggravamento della forfora e del prurito.
 
E' vero che la forfora fa cadere i capelli?
La forfora è la manifestazione di una malattia del cuoio capelluto e non è la causa della caduta dei capelli.
Tuttavia la causa della caduta dei capelli può essere la stessa causa della forfora.
 
studio dermatologico ghislanzoni lv
 
prenota una visita
dalle 14.00 alle 19.00
da lunedì a sabato.
 
Tel. 02.845.794.87
 
oppure contattaci